Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Lazio Danza In Video
Banner

News

RASSEGNA DI VIDEO DANZA A ZAGABRIA
4 gennaio 2010

Lo IALS -  Progetto DanzaInVideo, sta realizzando per l’Istituto Italiano di Cultura a Zagabria una rassegna di video danza ...

 

Leggi tutto...

Danza In Video


Un progetto dello IALS

per il recupero della memoria storica della danza italiana dal 1900 ad oggi

Lo IALS, riconosciuto quale organismo che svolge attività di ”Promozione della Danza”, ha promosso un progetto sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Dipartimento Spettacolo, e della Regione Lazio, che prevede nelle sue finalità l’individuazione e la catalogazione di materiali filmici e video, editi e inediti, concernenti la danza italiana dal 1900 ad oggi (tenuto conto che la danza italiana è stata un punto di riferimento mondiale per quest’arte). Finalità del progetto è quella di conservare la memoria storica della danza italiana e, al contempo, diffondere il vivace patrimonio creativo contemporaneo, cercando anche di approfondire le tecniche più attuali di regia e ripresa filmica.

L'iter di questo lavoro inaugurato nel 1997 si articola su due percorsi prioritari:

  1. verificare quanti centri pubblici e privati possiedono fondi archivistici sui video di danza, specificarne i contenuti e diffonderne l’esistenza, per comporre una mappa sempre più ampia sulle varie fonti di reperimento e avviare un collegamento informatico articolato tra collezionisti, privati, studiosi, appassionati e luoghi istituzionali;
  2. sollecitare direttamente organismi di produzione, artisti e registi ad autorizzare il deposito di video riguardanti le loro creazioni, presso Centri o Archivi che progressivamente stanno aderendo al nostro progetto, avendo i requisiti tecnico- organizzativi necessari alla conservazione ed alla consultazione dei materiali.
  3. promuovere e creare sezioni di danza all’interno di archivi video già esistenti ed anche realizzare archivi ex novo in luoghi già forniti di un’utenza come: centri sociali, associazioni culturali ecc. dove sia possibile verificare una consistente utenza giornaliera.

Il primo importante punto di deposito e di consultazione del progetto DanzaInVideo è la Discoteca di Stato, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con sede a Roma, ma attualmente il progetto si sta ampliando con l’importante collaborazione di altri Centri di strategica importanza quale l’Accademia Nazionale di Danza, Teatro dell’Opera di Roma ed il  Teatro San Carlo di Napoli.

A seguito di queste premesse, vogliamo specificare che:

- i video possono essere inviati direttamente allo IALS, Via C. Fracassini, 60 – 00196 ROMA alla c.a. della Dottoressa Simona Di Luise che cura l’organizzazione generale, con allegate brevi note esplicative sull'oggetto della ripresa;

- lo IALS può acquisire video già appartenenti a fondi archivistici di vari centri, o appartenenti a singoli collezionisti e/o studiosi, o appartenenti ad organismi esteri;

- lo IALS, secondo un accordo con il Dipartimento Spettacolo del Ministero per i  Beni Culturali, può acquisire i video che le compagnie forniscono a corredo delle domande di sovvenzione, previa autorizzazione delle stesse.

Una volta acquisiti i materiali, lo IALS:

-  non trattiene alcuna copia dei video se non autorizzato dal donatore stesso di duplicare il video ed effettuare il deposito multiplo nelle varie sedi di DanzaInVideo in Italia;

-  procede ad inventariare e catalogare i materiali recapitati e li deposita presso gli organismi coinvolti nel progetto, che li mettono a disposizione con una corretta archiviazione per la visione pubblica in forma totalmente gratuita per gli utenti;

- diffonde nel suo sito Internet www.ials.org ogni informazione relativa al genere, alla dislocazione del materiali e alla possibilità di consultarli, fornendo in rete tutte le notizie utili per appassionati e  studiosi.

Dal 2004, lo IALS ha avviato uno studio di fattibilità del territorio della Regione Lazio finalizzato a verificare la possibilità di costruire nuovi centri in cui dislocare il materiale video e, contemporaneamente, arricchirlo con video e filmati riguardanti la danza tradizionale locale presente e del passato.

Il primo archivio di questo tipo è stato realizzato nel 2004 a Frosinone presso il Centro Provinciale Interculturale di Piazza Aonio Paleario, 7 che è stato dotato inizialmente di circa 100 ore di video di danza italiana.

Nel 2005 è sorta a Rieti la seconda postazione ubicata presso il Centro Giovanile Comune di Rieti di Piazzale Angelucci, 5, nella quale si è cercato di creare al suo interno un fondo che conservi i documenti delle tradizioni del passato e del presente della zona e di tutte le manifestazioni che il Centro stesso produce. In particolare si cerca di suscitare interesse e avvicinare al mondo della danza i giovani che costituiscono l’utenza privilegiata del Centro che avranno la possibilità di visionare gratui-tamente le oltre 100 ore di filmati di danza italiana che lo staff dello IALS ha depositato nella postazione.

Nel 2006 è stato creato il terzo centro con sede a Latina presso il  Palazzo della Cultura del Comune presso il Botteghino della danza - Teatro “Gabriele d’Annunzio” (Viale Umberto I, 41/43 - Latina)

Per l’inaugurazione (nel dicembre del 2006) sono stati organizzati:

- una conferenza stampa presso il museo di la Sala Conferenze Museo “Duilio Cambellotti”. Piazza San Marco – LT alla presenza del Assessore alla Cultura (dott. ssa Patrizia Fanti), della stampa, e dei responsabili delle scuole di danza

- una serie di stages gratuiti di danza: contemporanea con Rachele Caputo, tribal jazz con Maria Grazia Sarandrea, tango e tip tap con Cludio Jurman, pizzica con Francesca Trenta, teatro danza con Caterina Genta presso il teatro Gabriele D’Annunzio.

Entrambi gli eventi, con un’affluenza di centinaia di allievi danzatori e di appassionati, hanno dato modo di far conoscere il nuovo archivio al pubblico di Latina e provincia che ne potrà usufruire gratuitamente e arricchirlo con le produzioni di danza locale.

Nel 2007 il quarto centro ha avuto il piacere di essere ospitato presso la prestigiosa sede dell’Università della Tuscia - Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali nei locali della Biblioteca - Largo dell’Università s.n.c. (Viterbo)

L’inaugurazione con conferenza stampa ha avuto luogo Lunedì 17 dicembre 2007 alle ore 11,00 presso l’Aula 4 della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali Largo dell’Università s.n.c. (Viterbo)

con la partecipazione di: Donatella Bertozzi (critico di danza), Domenico Del Prete (presidente dello IALS), Marco Schiavoni (compositore e videomaker), Franco Senica (coreografo e danzatore compagnia SAT).

Con l’occasione sono stati presentati stages gratuiti con maestri IALS di danza moderna, contemporanea, pizzica, tango argentino, flamenco che si sono svolti Venerdì 27 dicembre 2007 presso la Dancerostudio Via Chiusa, 12 – 01100 Viterbo.

Nel 2008 sempre nel mese di dicembre è stata presentata la V sede DanzaInVideo presso la Biblioteca del Comune di Civitavecchia “Alessandro Cialdi” in Piazza Calamatta n. 18. La conferenza stampa presso la Sala conferenze della Biblioteca stessa ha avuto luogo il 10 dicembre alle ore 11,00 alla presenza dell’Assessore alla Cultura, signor Attilio Bassetti, il presidente dello IALS Domenico Del Prete, la dottoressa Donatella Bertozzi (critico di danza), Marco Schiavoni (musicista e video maker) e Caterina Genta (danzatrice e coreografa). In tale occasione è stata presentata la sede DanzaInVideo per l’anno 2009 presso il Museo dell’Operetta Sandro Massimini nel comune di Anagni. Lunedì 22 dicembre dalle ore 9.30 alle ore 18.30 presso la Biblioteca sono stati offerti seminari gratuiti di danza (jazz, pizzica, tribal-jazz, yoga, teatro danza, danza contemporanea) a tutti gli appassionati del settore.

Nel 2009 un nuovo Centro Video è stato attivato a Fiuggi presso il Museo storico dell'Operetta e del Teatrino d'epoca in via Prenestina, 135 Fiuggi Terme — Frosinone.

Il centro Patrocinato dal Comune di Anagni, è dichiarato dal Ministero dei Beni Culturali di interesse storico (vedi documentazione allegata). Il centro ha nei suoi obiettivi prioritari la promozione verso giovani del materiale dell'Operetta e del teatro italiano in generale. IL MUSEO E' PARTNER DEL PROGETTO CHE CONCEDE GRATUITAMENTE GLI SPAZI E I SERVIZI PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO VIDEO. La particolarità di questi centri, consiste nel fatto che è possibile visionare interamente, i contenuti video archiviati da quegli operatori culturali che hanno voluto partecipare al progetto.

Attività di presentazione del centro: Conferenza stampa presso la nuova sede presso il Museo dell’Operetta: proiezione di video provenienti dall’archivio e di tradizione popolare della Ciciaria, presentati dalla studiosa di tradizioni popolari Annalisa Copiz. Seminari e stages di danza gratuiti aperti a tutti, per la presentazione del nuovo archivio video (come già accaduto per la presentazione delle sedi di Latina e Viterbo, alla presenza di centinaia di appassionati e professionisti del settore).

I maestri coinvolti: Fabio Geloso per la Break Dance, Francesca Trenta, per la danza tradizionale italiana, Benedetta Capanna per la Danza Contemporanea, Caterina Genta per il teatro danza, Francesca La Cava per la danza contemporanea.

* * * * * * *

Per la creazione delle postazioni video sono state utilizzate nuove tecnologie, in particolare, un computer Apple Imac e il software FileMaker Pro che hanno permesso di ottenere delle schede multimediali, in formato MP 4 che consentono di visualizzare direttamente sul computer i filmati contenuti nel database.

 

 

Diretta Web

Web-TV

Banner
Banner

Discoteca Di Stato

Newsletter

Nome:
Email:
Banner